Valori nutrizionali degli spinaci

1
375

Continuiamo a parlare dei valori nutrizionali degli alimenti. Gli spinaci sono foglie di una pianta della famiglia delle Chenopodiacee, hanno un colore verde intenso e sono di forma e grandezze molto variabili a seconda delle varietà.
Sono tra le verdure maggiormente conosciute e consumate al mondo soprattutto per l’elevato contenuto di ferro che ha ispirato anche il mito di Popeye (Braccio di Ferro). In realtà il ferro che contengono purtroppo è scarsamente assimilabile s dal nostro organismo.
Ma prima di parlare dei valori nutrizionali degli spinaci, parliamo delle varie specie. Come abbiamo già accennato esistono diverse varietà di spinaci:
il Gigante d’inverno, il “Matador, il Merlo nero, il Riccio di Castelnuovo, il Virofly.
Ma al di là dei valori nutrizionali gli spinaci essendo molto diffusi vengono anche cucinati in tanti modi diversi.
Basti citare alcune tradiizioni di alcune regioni italiane come l’erbazzone e la torta Pasqualina.
Ma tornando a parlare dei valori nutrizionali, gli spinaci sono un rimineralizzante molto efficace con imporatanti proprietà antianemiche, depurative e leggermente lassative.
Inoltre questi ortaggi sono ricchi di clorofilla, essenziale per fissare calcio, fosforo e magnesio nelle ossa struttura ossa; ma di contro contengono anche acido ossalico in grosse quantità; per questo motivo sono controindicati a chi soffre di artrite.

Valori nutrizionali degli spinaci per 100 grammi di prodotto

Calorie          kcal    23
Grassi                  g    0.39
Carboidrati       g    3.63
Proteine             g    2.86
Fibre                    g    2.2
Zuccheri             g    0.42
Acqua                  g    91.4

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 8.4/10 (5 votes cast)
Valori nutrizionali degli spinaci, 8.4 out of 10 based on 5 ratings

1 COMMENT

  1. Il corpo utilizza il ferro che le serve, l’eccesso lo elimina attraverso i reni. Dobbiamo specificare che non viene utilizzato il ferro degli spinaci cotti, ma questo nessuno lo dice, perché si trasforma in minerale inorganico. Ci sono un’infinità di studi che lo confermano. Tutti i minerali organici in forma colloidale e legati al carbonio, ossia trasformati dal processo di fotosintesi clorofigliana sono utilizzabili dalle nostre cellule mentre quelli che si trovano nell’acqua del rubinetto o minerale (residuo fisso) nella verdura nella frutta cotte sono inorganici non assimilabili. Una persona anemica per paradosso potrebbe avere depositato nelle giunture e altre parti del corpo quantità enormi di ferro inorganico, che il sistema metabolico non è stato in grado di espellere. Anni di deposizione impropria comporta dei danni di salute (artriti artrosi ecc.). Negli spinaci c’è poi l’acido ossalico (decalcificante delle ossa), anche in questo caso solo la cottura trasforma quest’acido in decalcificante. Negli spinaci crudi l’acido ossalico favorisce l’assimilazione del calcio (organico) nelle ossa e stimola la peristalsi intestinale. Gianni

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here