Salute e benessere: diabete, fare una diagnosi

0
340

Scoprire di avere il diabete
Si può scoprire di avere il diabete in modi diversi. Nel caso di tipo 2, per esempio, il primo campanello di allarme arriva dal medico di base, o perché si riscontrano alcuni dei sintomi elencati precedentemente o perché si sta eseguendo un check-up generale.
Alcune persone sono rimandate dal loro medico dopo una visita dall’oculista (o optometrista), perché all’esame dell’occhio sono stati notati i primi segni di un disturbo chiamato “retinopatia diabetica”, dovuto a complicazioni nei vasi sanguigni oculari provocate dal diabete.
Test per il diabete
Se i sintomi suggeriscono la possibilità che il paziente abbia il diabete, il medico prescriverà degli esami del sangue per misurare il livello di glucosio e un esame delle urine. Può succedere che lo stesso medico di base effettui il prelievo, dato che ormai molti dispongono delle attrezzature necessarie in ambulatorio e possono fornire direttamente i risultati; è possibile fare un esame del sangue anche in alcune farmacie.
Un semplice test su una goccia di sangue permette di stabilire il livello di glucosio nel sangue.
I passi da compiere
Per confermare la diagnosi di diabete basta che a uno o a entrambi i test risultino i livelli di glucosio superiore alla media.
Sebbene in molti casi la diagnosi sia piuttosto semplice e netta, quando il livello di glucosio risulta ai limiti della norma sono necessari ulteriori esami.
In questo caso, il paziente può essere sottoposto a un test orale di intolleranza del glucosio: dopo aver digiunato la sera prima, all’arrivo in clinica al paziente viene fatta bene una bevanda contenente una quantità prestabilita di glucosio affinché se ne possa misurare il livello: il sangue viene esaminato a intervalli di mezz’ora, per due ore, per verificare la reazione al glucosio assorbito.
Potrebbe essere richiesto anche un campione di urina all’inizio della misurazione e a intervalli di un’ora.
Molti medici di base sono attrezzati per assistere i pazienti diabetici, come accade nel caso del diabete di tipo 2, ma ci si può anche rivolgere a centri specializzati.
Il diabete di tipo 1 può spesso manifestarsi all’improvviso, con il conseguente ricovero in ospedale in attesa di una diagnosi e che la situazione si stabilizzi.
Le persone con questa forma di diabete, quindi, spesso rimangono in cura da un gruppo di specialisti in ospedale, anche se oggi, fortunatamente, come molti pazienti affetti dal diabete di tipo 2, chi ha il diabete di tipo 1 viene curato anche dal medico di base.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here