Prevenzione: vino? “il nutrizionista” consiglia un buon vino rosso

1
326

Se può sorprendere che una bevanda alcolica possa causare una tale riduzione del rischio di malattie gravi, come quelle cardiovascolari, è importante capire che il vino rosso non è una bevanda alcolica come le altre: è forse la bevanda più complessa che esista. “il nutrizionista”, pertanto, vuole accompagnarvi nella chimica di un bicchier di vino rosso.

Tale complessità nasce dal lungo processo di fermentazione dell’uva, che induce cambiamenti rilevanti nella composizione chimica della polpa iniziale, permettendo l’estrazione di alcune molecole e modificando la struttura di altre.

Alla fine, nel vino rosso sono presenti centinaia di molecole diverse, appartenenti soprattutto alla famiglia dei polifenoli (un litro può contenerne fino a 2 g).

Poiché questi polifenoli sono presenti principalmente nella buccia e negli acini dell’uva, la fabbricazione del vino rosso tramite la fermentazione degli acini intere permette l’estrazione di una quantità di sostanze maggiore rispetto alla fabbricazione del vino bianco, dove la pelle e gli acini sono rapidamente esclusi dal processo di fermentazione.

Tra le centinaia di polifenoli presenti nel vino rosso, il resveratrolo è quello che attualmente suscita il maggiore interesse come molecola responsabile degli effetti benefici associati al consumo moderato di vino rosso.

Anche se questa sostanza è presente in quantità minime (1-7 mg/litro, in confronto a 200 mg/litro per le proantocianidine, per esempio), il resveratrolo si trova esclusivamente in questa bevanda e potrebbe dunque rappresentare una spiegazione plausibile degli effetti benefici associati al vino

L’interesse rivolta al resveratrolo non significa però che gli altri polifenoli, presenti in abbondanza nel vino rosso (antocianidine, proantocianidine, fenoli) non apportino un contributo alle proprietà del vino.

Ciò nonostante, i risultati ottenuti sul potenziale antitumorale del resveratrolo sono talmente spettacolari che questa molecola è stata oggetto negli ultimi anni di un’attenzione particolare.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 9.0/10 (1 vote cast)
Prevenzione: vino? "il nutrizionista" consiglia un buon vino rosso, 9.0 out of 10 based on 1 rating

1 COMMENT

  1. Quale è la quantita di vino quotidiana necessaria da assumere affinchè si abbia una attività terapeutica del Resv.?

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here