Prevenzione: la famiglia Allium

0
329

AGLIO

Senza dubbio il condimento più diffuso al mondo, l’aglio (Allium sativum) è un ingrediente essenziale nella maggior parte delle tradizioni culinarie del mondo.

Nella scrittura cinese, la parola che rappresenta l’aglio, suan, viene rappresentata con un segno singolo, cosa che implica un grande utilizzo di questo ingrediente fin dall’ inizio dello sviluppo della lingua cinese.

Utilizzato in antichità per lenire i morsi d’animale come quelli di serpente, l’aglio ha acquisito una reputazione leggendaria, essendo considerato uno degli strumenti più efficaci per scacciare i vampiri.

Una leggenda in effetti un po’ strana, dato che le proprietà anticoagulanti associate al consumo di aglio dovrebbero piuttosto esercitare una certa attrazione per questi esseri assetati di sangue!

CIPOLLA

Originario dell’Eurasia, il bulbo dell’Allium cepa, viene oggi coltivato e consumato come ortaggio e condimento in tutto il mondo.

Essenziale secondo gli egizi, che la credevano dotata delle virtù di forza e di potenza, simbolo di intelligenza nell’antica Cina e, ancora,  ortaggio base nell’alimentazione europea durante il Medioevo, da sempre la cipolla fa parte della civiltà umana.

Dal punto di vista fitochimica, la cipolla è un’ottima fonte del flavonoide quercitina, ne può contenere fino a 50 mg ogni 100 g.

La lacrimazione indotta dalla cipolla quando la si affetta è dovuta alla liberazione di una molecola, il propantiolo.

Dato che questa sostanza è molto solubile in acqua, si può ovviare facilmente a questo inconveniente tagliando la cipolla sotto un getto d’acqua corrente.

PORRO

Dal gusto più delicato rispetto ai suoi parenti, il porro (Allium porrum) è una pianta originaria della regione mediterranea, probabilmente del Vicino Oriente.

Si tratta di un ortaggio conosciuto già dall’antichità e origine di molti aneddoti, soprattutto legati alle sue proprietà benefiche per la voce.

Aristotele, per esempio, era persuaso che il grido acuto della pernice derivasse da un’alimentazione ricca di porro.

Ipotesi che sedusse l’imperatore romano Nerone, che consumava porro in gran quantità per schiarirsi la voce, tanto che si guadagnò il soprannome di “imperatore porrofago”!

Da notare, infine, che il porro è l’emblema nazionale del Galles ricordo di una battaglia memorabile contro i pagani sassoni (verso il 640), quando san Davide consigliò al re Cadwallador di distinguere i suoi guerrieri dagli avversari facendo loro portare un porro sul berretto.

I galli sconfissero i sassoni e ancora oggi il 1° marzo, giorno di san Davide, si celebra quella battaglia mangiando il cawl,, un piatto tradizionale a base di porro.

SCALOGNO

Il nome latino dello scalogno (Allium scalonium) si riferisce al suo luogo d’origine, Ascalon (Ashngelon), città del’antica Palestina in riva al Mar Mediterraneo.

Furono probabilmente i crociati ad introdurre nel XII secolo lo scalogno in Europa, dove trovò la sua terra di elezione in Francia, in effetti la Francia, soprattutto la Bretagna, è diventato negli anni il solo Paese produttore di questo condimento (da qui deriva la denominazione comune di scalogno francese).

Lo scalogno assomiglia più all’aglio che alla cipolla, con un bulbo formato da diversi spicchi, ciascuno ricoperto da una pellicina.

ERBA CIPOLLINA

L’erba cipollina (Allium schoenoprosum) prende il nome dal latino cepula, che significa “piccola cipolla”.

Probabilmente originaria dell’Asia e dell’Europa, ‘erba cipollina è particolarmente utilizzata in Cina già da 2000 anni, sia per insaporire i cibi sia come rimedio contro le emorragie e gli avvelenamenti. Fu al ritorno del suo viaggio in oriente che Marco Polo diffuse le sue proprietà medicinali e culinarie.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 1.0/10 (1 vote cast)
Prevenzione: la famiglia Allium, 1.0 out of 10 based on 1 rating

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here