Prevenzione: il pomodoro, frutto o ortaggio?

0
685

Oggi fa sorridere pensare che gli antichi considerassero il pomodoro un pericolo per la salute, ma dobbiamo in ogni caso rendere omaggio alla loro capacità di osservazione: il pomodoro appartiene infatti a una famiglia di piante (solanacee) ricco di specie contenenti alcaloidi estremamente potenti o addirittura letali, come il tabacco, la belladonna, la mandragola e lo stramonio.

Le piante di pomodoro contengono effettivamente una di queste sostanze, la tomatina, che però è presente quasi esclusivamente nella radice e nelle foglie; all’interno del frutto è perciò quasi inesistente (la stessa cosa avviene per le altre solanacee commestibili, come la patata, la melanzana e i peperoni).

Quest’ambiguità nei confronti del pomodoro è ben riassunta dal suo nome botanico, Lycopersicon esculentum, che letteralmente significa “pesca di lupo commestibile”, nome ispirato a una leggenda tedesca secondo la quale le streghe utilizzano le piante allucinogene come la belladonna e la mandragola per trasformarsi in lupi mannari.

Ricordiamo infine che il pomodoro può essere considerato sia un frutto sia un ortaggio. In effetti, dal punto di vista botanico, si tratta di un frutto (o meglio di una bacca), poiché proviene dalla fecondazione di un fiore.

Ma dal punto di vista dell’orticoltura viene piuttosto considerato un ortaggio, come la zucca, sia per quanto riguarda la coltivazione sia per il suo utilizzo.

Questa classificazione, prima di tutto, ha motivazione economiche: un imprenditore americano voleva essere esentato dalle tasse d’importazione della verdura, e cercò di far passare il pomodoro come un frutto, tentativo respinto dalla Corte Suprema americana nel 1873, che proclamò ufficialmente il pomodoro un ortaggio.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 6.2/10 (37 votes cast)
Prevenzione: il pomodoro, frutto o ortaggio?, 6.2 out of 10 based on 37 ratings

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here