Prevenzione: “il nutrizionista” e le proprietà antitumorali degli agrumi

0
167

Alcuni studi realizzati in diverse parti del mondo hanno messo in evidenza un legame tra il consumo di agrumi e la riduzione del rischio di sviluppare alcuni tumori, soprattutto quelli che riguardano l’apparato digestivo, ovvero l’esofago, la bocca, la laringe, la faringe e lo stomaco, dove sono state osservate riduzioni del rischio pari al 40-50%.

Ciò nonostante, è probabile che anche altri tipi di tumori possono essere inibiti dagli agrumi, dato che alcuni studi recenti mostrano che i bambini che consumano regolarmente succo d’arancia nei primi anni di vita hanno un rischio ridotto di essere colpiti dalle leucemie.

Questi risultati incoraggianti non sono stati confermati, ma sottolineano ancora l’impatto che la composizione del regime alimentare potrebbe avere sullo sviluppo di alcuni tumori, fin dalla tenera età.

Per molti aspetti, queste osservazioni concordano con i risultati ottenuti in laboratori, dove le componenti principali degli agrumi, i polifenoli e i terpeni, sono state a più riprese identificate come molecole dotate della capacità di interferire con i processi responsabili dello sviluppo del cancro.

Anche se i meccanismi coinvolti in questi processi restano ancora in larga parte sconosciuti, alcuni dati suggeriscono che i composti fitochimici presenti negli agrumi potrebbero bloccare la crescita dei tumori agendo direttamente sulle cellule tumorali, riducendo la loro capacità di riprodursi.

È quindi probabile che uno dei principali effetti antitumorali degli agrumi sia legato alla loro capacità di modulare il sistema di disintossicazione dalle sostanze cancerogene. L’interazione degli agrumi con questi sistemi è ben illustrato dall’effetto sorprendente che può avere il succo di pompelmo sul metabolismo di certi medicinali.

In effetti, nel corso di uno studio diretto a determinare l’impatto dell’alcol sull’efficacia di un medicinale molto utilizzato per le aritmie cardiache, si è constatato in modo del tutto casuale che il succo di pompelmo, utilizzato per mascherare il gusto dell’alcol, fa raddoppiare la quantità di medicinale nel sangue, aumentando allo stesso tempo i suoi effetti secondari.

Un’azione simile è stato osservata nel caso delle statine, i medicinali utilizzati per ridurre il colesterolo nel sangue. Queste osservazioni illustrano come gli agrumi possono modulare i sistemi implicati nel metabolismo delle sostanza estranee all’organismo.

Oggi sappiamo che questi effetti sono in gran parte dovuti a una molecola della classe delle cumarine, la desossibergamottina, che blocca un enzima del fegato responsabile del metabolismo dei medicinali (il citocromo P4503A4).

Quest’azione delle molecole associate agli agrumi è importante e potrebbe anche confermarsi cruciale nel potenziare le proprietà antitumorali di altri frutti e ortaggi, perché tutte le molecole antitumorali di origine alimentare che abbiamo descritto vengono metabolizzate ed eliminate dal nostro organismo tramite gli stessi sistemi enzimatici che sono implicati nel metabolismo dei medicinali.

In altre parole, l’inibizione di questi sistemi da parte delle sostanze fitochimiche degli agrumi ha come conseguenza immediata di ridurre questo metabolismo e quindi aumentare in modo considerevole la concentrazione delle sostanze antitumorali nel sangue, aumentandone allo stesso tempo l’efficacia.

In sintesi, gli agrumi non devono essere considerati solo come un’eccellente fonte di vitamina C, ma anche come alimenti in grado di apportare al’organismo numerose sostanze fitochimiche antitumorali.

Queste sostanze potrebbero non solo agire direttamente sulle cellule tumorali e quindi prevenirne lo sviluppo, ma svolgere anche un’azione antiinfiammatoria e modificare l’assorbimento e l’eliminazione di molte sostanze.

Il consumo quotidiano di agrumi, sotto forma di frutto intero o di succo, rappresenta dunque un modo semplice ed efficace per aggiungere ”una scorza di freschezza” a un regime di prevenzione dei tumori.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Prevenzione: "il nutrizionista" e le proprietà antitumorali degli agrumi, 10.0 out of 10 based on 1 rating

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here