Perdere peso con il controllo dei carboidrati

0
373

Chiunque si avvicini per la prima volta ad una dieta, viene subito catapultato in una nuova realtà, una realtà in cui è il carboidrato a farla da padrone (cattivo). Tolte infatti le diete mirate, associate magari all’uso costante di una bella ciclette, la maggior parte delle diete si concentra sulla drastica riduzione di carboidrati. In realtà però, i carboidrati sono il vero carburante del nostro organismo e sono indispensabili in una alimentazione sana e variata come dovrebbe essere quella di ogni persona.

Per questo motivo, diete nelle quali i carboidrati sono assolutamente banditi sarebbero da evitare, mentre sarebbe l’ideale imparare a conoscere i carboidrati, gli alimenti che contengono la maggior quantità di carboidrati, i picchi glicemici corrispondenti e abbinare al tutto una corsa giornaliera in ciclette o meglio ancora all’aria aperta.

Tutto questo però, si acquisisce con il tempo e l’esperienza, per questo motivo inizialmente sarebbe consigliabile l’osservazione degli alimenti e la verifica dei livelli di carboidrati contenuti in essi.

Senza entrare troppo nel dettaglio, possiamo individuare diverse categorie di alimenti contenenti carboidrati in quantità più o meno alte, vediamo di elencarle con una breve descrizione che ci aiuti a comprendere meglio:

Dolci: i dolci sono il tipico alimento contenenti carboidrati (zuccheri). Questa tipologia di alimento è caratterizzato da un apporto molto elevato di carboidrati caratterizzati da un picco glicemico molto elevato, quindi zuccheri subito disponibili.

Pane e pasta: Il pane e la pasta sono composti per il 60-70% circa da carboidrati, capirete bene quindi la reale influenza di questi particolari alimenti sulla vostra dieta. A seconda della tipologia di pane e pasta (integrale, al latte ect..) cambiano leggermente le percentuali restando sempre e comunque particolarmente alte.

Frutta: la frutta è un altro alimento caratterizzato da una discreta quantità di carboidrati (fruttosio). A seconda della tipologia, il livello di carboidrati presenti si aggira intorno al 5-10%.

Verdura: Anche la verdura contiene carboidrati! Il livello in questo caso è nettamente inferiore, generalmente sotto il 5% con alcune rare eccezioni.

In linea di massima quindi, i carboidrati sono presenti per lo più in alimenti di origine vegetale. Questo spesso porta a diete ricche di proteine che possono provocare problemi al fegato e altri organi.

Si dovrebbe invece cercare di evitare la concomitanza di alimenti ricchi in carboidrati come ad esempio pasta, pane e patate e associare a questi una discreta quantità di verdure. Da evitare inoltre i dolci, soprattutto fuori pasto e gli spuntini ripetuti a base di carboidrati come panini o toast, meglio un frutto.

Infine, un cenno per chi non desidera dimagrire ma al contrario vorrebbe mettere su un po di peso. Potrebbe infatti venire in mente dopo un articolo così, che per mettere su Kg basti mangiare più carboidrati. La realtà non è proprio così. Infatti, un eccesso di carboidrati andrebbe ad aumentare le riserve di grasso nel nostro organismo e non di massa muscolare. In questi casi quindi, è consigliabile una dieta ricca di proteine possibilmente di carni bianca facendo aiutare magari dall’uso di integratori proteici facilmente reperibili anche in rete. In tutti i casi, il consiglio del nutrizionista è assolutamente d’obbligo oltre al consulto con il proprio medico di fiducia.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 3.8/10 (5 votes cast)
Perdere peso con il controllo dei carboidrati, 3.8 out of 10 based on 5 ratings

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here