Ortoressia: dieta sana o Psicosi vera e propria?

0
347

Ortoressia? La nuova frontiera del disturbo alimentare compulsivo.
Dopo la bulimia, l’ anoressia, l’obesità e la ricerca spasmodica di cosiddetto cibo spazzatura sia allunga, purtroppo il triste elenco dei disturbi dell’alimentazione.
L’ortoressia, che è stata riconosciuta per la prima volta da Bratman, un medico che nel 1977 raccontava di soffrirne lui stesso rappresenta una spasmodica ricerca e quindi una sorta di ossessione per cibi salutari e biologici.
Questo disturbo negli ultimi anni sta tornando prepotentemente alla ribalta nonostante l’American Psychiatric Association non lo annoveri tra i disturbi alimentari.

E c’è anche il profilo medio di chi generalmente ne soffre: ha più di 30 anni è maschio ed ha buon livello di istruzione.
Spesso è difficile per chi ne soffre riconoscerlo a se stesso e agli altri.

Tutto ha inizio con una semplice preferenza per gli alimenti sani e salutari, quindi come una sorta di amor proprio, fino a quando non sfocia in una ricerca ossessiva di prodotti biologici, con la tendenza ad alimentarsi in solitudine.
Tra le categorie più a rischio ci sono coloro che si definiscono vegani oppure i crudisti che spesso rischiano di diventare malnutriti, e poi soffrono di stati di ansia e anoressia.
Infatti secondo gli esperti il confine tra ortoressia e anoressia può diventare diventare labile: l’ortoressia infatti può portare all’esclusione della maggior parte dei cibi sfociando anche in  una ‘dismorfia’, cioè visione distorta del proprio corpo.

Veri e propri ortoressici oggi ce ne sono pochi ma è in netta crescita il numero di chi ha una posizione integralista rispetto alla scelta della propria alimentazione.

I problemi che scaturiscono da questo disturbo non sono solo di natura salutare ma anche sociale con la rinuncia alle cene con gli amici, mangiare spesso da soli, presunzione di superiorità rispetto agli altri in materia di alimentazione, ossessione per la letture delle etichette ecc.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here