Olio di fegato di ippoglosso: un vero toccasana

0
432
olio di fegato di ippoglosso

L’olio di fegato di ippoglosso trova applicazione ed utilizzazioni per numerose patologie e disturbi così come illustrato nelle indicazioni: Olio di fegato di ippoglosso: da Crescita a Denti

la vitamina D è indispensabile affinché lo scheletro si sviluppi in modo armonico. In passato ai bambini veniva dato un cucchiaio di olio di fegato di merluzzo al giorno per favorire la formazione delle ossa.

Molti ne hanno ancora il pessimo ricordo a causa del sapore sgradevole. Oggi questo problema è stato risolto con la commercializzazione di olio di fegato di ippoglosso sotto forma di capsule o perle.

  • Decalcificazione

Chi soffre di decalcificazione dovuta a un terreno acido, a una malattia, all’età o a un regime alimentare poco bilanciato, non solo deve assumere calcio a sufficienza ma anche vitamina D che permette al calcio di fissarsi. I rischi della decalcificazione sono maggiori durante la gravidanza, l’allattamento, la menopausa e la terza età.

  • Denti

Assieme allo scheletro, i denti sono le parti più ricche di calcio. Una carenza di vitamina D li rende fragili e poco resistenti. I denti tendono a cariarsi facilmente, si sfaldano o si crepano a causa di una mancanza di calcio. La lotta contro la carie si può vincere anche grazie a una buona assimilazione del calcio, minerale reso disponibile dalla vitamina D.

Olio di fegato di ippoglosso: da Fratture a Rachidismo

La consolidazione delle fratture avviene molto più facilmente e rapidamente quando il livello di vitamina D è buono. Una carenza impedisce alle parti ossee di saldarsi poiché il calcio necessario per la ricostruzione non può essere utilizzato.

  • Menopausa

Numerosi disturbi tipici della menopausa (vampate di calor, sudorazione, crampi, irritabilità, nervosismo o astenia psichica) sono dovuti a una carenza di calcio, molto diffuso in questo periodo della vita. La carenza non è sempre dovuta a un apporto insufficiente, ma spesso è causata da una carenza di utilizzo per mancanza di vitamina D.

  • Osteoporosi

Nell’osteoporosi la perdita di una parte del calcio rende l’osso vuoto e poroso. La fragilità ossea che ne deriva provoca dolori articolar, ma anche un elevato rischio di fratture in seguito a traumi . la frattura più diffusa è quella del collo del femore. Un’altra conseguenza dell’osteoporosi è la compressione delle vertebre . per evitare le perdite di calcio e favorire la mineralizzazione dello scheletro, bisogna consumare alimenti ricchi di questo minerale ma anche vitamina D che ne favorisce l’assimilazione ed il fissaggio nei tessuti.

  • Rachitismo

È possibile evitare le deformazioni ossee del rachitismo se il bambino è sufficientemente esposto ai raggi del sole, consuma abbastanza calcio e vitamina D . cure a base di olio di fegato di ippoglosso sono indicate soprattutto in inverno, quando i raggi del sole sono meno intensi.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 8.0/10 (2 votes cast)
Olio di fegato di ippoglosso: un vero toccasana, 8.0 out of 10 based on 2 ratings

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here