Digestivo fai da te? Quando usarlo

0
216

digestivoDopo i bagordi di fine anno o varie feste. Dopo una poco sana abbuffata, si pensa di risolvere il gonfiore addominale con un sano digestivo. Vediamo quale scegliere, vediamo quale digestivo farà al caso nostro.

Quando si parla di vini, liquori, e alcolici in generale avrai sicuramente sentito dire tante cose sbagliate e confuse sull’effetto che questo tipo di bibite hanno sul corpo.
La prima cosa da sapere è che le bevande alcoliche, in quantità ragionevoli, possono essere bevute, apportano elementi che contribuiscono al benessere psicofisico, e aiutano a vivere meglio un momento di convivialità tra amici e parenti.

Ma quali sono le proprietà dell’alcol? Può aiutare la digestione o la rallenta?

Occorre distinguere le proprietà intrinseche di una bevanda alcolica, dai suoi effetti sul gusto e sull’aspetto psicologico. Intuitivamente potrai capire che l’amaro digestivo, per l’effetto che procura, aiuta a mettere un punto alla fine del pasto e questo aiuta sicuramente la digestione.

La digestione non va però aiutata solo con quanto si beve a fine pasto, ma deve essere aiutata attraverso uno stile alimentare equilibrato in cui abbinare in maniera opportuna pietanze e bevande.
L’alcol non deve essere demonizzato, ma piuttosto contestualizzato, dosato e scelto con cura. In tal caso il digestivo può essere assunto, tenendo presente il suo contenuto in zuccheri.
L’abbinamento cibo-bevande deve tener conto delle proprietà di quanto viene introdotto nel corpo e deve anche rispondere ad alcune regole sociali. Un buono champagne, ad esempio un Moet Chandon Imperiale, serve a sottolineare un’occasione speciale, mentre una Vodka Stolichnaya può essere usata in occasioni diverse e come base per un cocktail.

Qual’è il  migliore digestivo?

Alla luce di quanto detto però, oltre a cercare un digestivo, è utile capire come puoi concederti un buon bicchiere senza rendere pesante la digestione.
Ecco allora qualche suggerimento su come contestualizzare i più tradizionali alcolici: dal vino, alla vodka, passando per il Rum.

Il vino è la classica bevanda alcolica da utilizzare durante i pasti.

Bere modiche quantità di buon vino tutti i giorni fa bene alla salute ed è una necessità se ricevi ospiti a pranzo o a cena.

Per garantire la qualità del vino e il relativo prestigio il Made in Italy è una garanzia.
Dai migliori bianchi, delicati e perfetti per accompagnare i delicati menù di pesce, ai più corposi vini, adatti ai secondi di carne più pesanti. Riuscirai ad ottenere il giusto mix di eleganza e gusto senza per questo tralasciare l’ottimo rapporto qualità prezzo.

I superalcolici invece possono essere bevuti in diversi contesti e sono usati, tra l’altro, per arricchire il mobile bar.

Assoluti o in un cocktail, in un momento di solitudine o in un’uscita con gli amici, non ci sono regole fisse per consumare superalcolici, se non quelle del comune buon senso e soprattutto del buon gusto.

Qualche consiglio…

Se ad esempio si sceglie di acquistare un Rum una breve ricerca dimostrerà che tra i rum pregiati online c’è senz’altro il rum Caroni.
I superalcolici vengono spesso combinati in un cocktail. La Vodka è uno degli alcolici più usati a questo scopo.
La preparazione di un buon cocktail può essere affidata al gusto personale. Si può cercare una ricetta che vada ad equilibrare al meglio le caratteristiche degli ingredienti.
Scopri la Vodka Belvedere  e acquista whisky  per realizzare i tuoi cocktail perfetti e condividere con i tuoi amici il piacere di un buon bicchiere.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 9.0/10 (1 vote cast)
Digestivo fai da te? Quando usarlo, 9.0 out of 10 based on 1 rating

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here