Le Vitamine Del Lievito Di Birra

2
376

Il lievito di birra non contiene le vitamine C, A, E o F. E’ estremamente ricco di quelle del gruppo B. Il lievito di birra è una delle quattro fonti più importanti di queste vitamine…oltre al germe di grano, al riso integrale e al fegato.

Oltre che nel lievito di birra le vitamine del gruppo B sono presenti anche in altri alimenti, persino in forte concentrazione. Spesso si tratta di una o poche vitamine e non di tutto il gruppo B. Ciò è importante poiché queste sostanze chimiche agiscono in sinergia le une con le altre. L’attività di ogni vitamina è favorita dalla presenza delle altre.

Il lievito di birra contiene tutte le vitamine del gruppo B, ma soprattutto grandi quantità di B1, B2 e niacina. Dieci grammi di lievito, circa un cucchiaio da tavola, sono sufficienti per sopperire al fabbisogno giornaliero di vitamine B1, a un terzo del fabbisogno della B2 e ad un quarto di quello della niacina.

Mentre alcune vitamine, come la A, sono più utili per alcuni organi o tessuti rispetto ad altri, le vitamine del gruppo B sono necessarie per tutte le cellule dell’organismo. Di conseguenza, in caso di carenza, sarà l’organismo nella sua globalità a trovarsi in difficoltà e non un organo soltanto.

Il motivo è che le vitamine del gruppo B sono attive ogni volta che le cellule utilizzano o trasformano le proteine, i lipidi o glucidi, cioè in tutte le attività metaboliche. La carenza di una sola di queste vitamine è sufficiente a provocare disturbi funzionali e lesioni.

Oltre ad avere un ruolo nelle trasformazioni metaboliche, le vitamine del gruppo B partecipano al buon funzionamento del sistema nervoso. Nutrendo i neuroni, favorendone la resistenza e sostenendone l’attività, queste vitamine ci permettono di mantenere la calma in situazioni di stress e di sopportare meglio un’attività intellettuale intensa.

Una carenza di vitamina B rende nervosi agitati, irritati, ansiosi e depressi. L’equilibrio nervoso diventa instabile, il sonno disturbato e la resistenza di fronte alle preoccupazioni e alla pressione degli eventi viene meno. Carenze importati causano disturbi psichici molto gravi: disperazione, depressione e distacco dalla realtà.

Il complesso delle vitamine B è indispensabile anche per la pelle. Il rivestimento cutaneo è composto da numerosi strati di cellule sovrapposte che vengono costantemente sostituite dalle cellule nuove. Questo rinnovamento avviene velocemente poiché la pelle muta all’incirca ogni quattro settimane. Se la quantità di vitamina B è sufficiente, il rinnovo della pelle, riparazione dei tessuti danneggiati procedono senza problemi. La cute è resistente, elastica e tonica.

Quando c’è una carenza di vitamina B, l’epidermide è meno nutrita e diventa vulnerabile. E’ fragile e si irrita con faciltà si copre di rossori e di eczemi e diventa più sensibile al sole.

L’azione benefica delle sostanze chimiche del gruppo B è stata provata durante le epidemie di pellagra che colpirono milioni di persone negli Stati Uniti all’inizio del secolo.

 

La pellagra è una malattia causata dalla carenza di vitamina B in genere, e in particolar modo di niacina (nicotinammide). Questa malattia è caratterizzata dalla formazione di chiazze rosse, simili a quelle delle insolazioni, sulle parti del corpo esposte alla luce. Il sintomo, visibile e diffuso, è accompagnato da disturbi interni, invisibili ma non meno dolorosi e menomanti.

Infiammazioni della bocca e della lingua, gastroenteriti, disturbi nervosi, spossatezza, un’astenia completa con paralisi. Oltre a disturbi psichici inizialmente leggeri, ma che possono evolvere fino alla pazzia. Non curata, la pellagra porta alla morte, da cui il soprannome di “morte rossa” .

All’inizio del secolo scorso, migliaia di persone morirono di questa malattia in alcune regioni povere degli Stati Uniti. Le epidemie di pellagra imperversarono con una tale violenza che alcune zone urbane. Si trasformarono in villaggi fantasma. Abitati da bambini con la cute arrossata, adulti spossati, apatici, in uno stato vegetativo o addirittura pazzi.

A causa della natura epidemica, le ricerche si orientavano verso la scoperta dell’eventuale agente patogeno responsabile. Tuttavia, malgrado gli sforzi compiuti, non fu scoperto alcun microbo in grado di spiegare la comparsa dell’affezione. I farmaci in grado di alleviare i danni della malattia, la situazione si fece drammatica per le dimensioni che assunse il fenomeno.

La soluzione del’enigma della morte rossa si deve a un ricercatore. Si stupì che né i medici né il personale curante venivano colpiti dalla malattia, nonostante i continui contatti con gli ammalati. Altrettanto sorprendente era il fatto che la malattia attecchisse nelle regioni povere dove il granturco costituiva l’alimento base.

Continuando a indagare, lo studioso scoprì infine che il mais è un cereale povero di vitamine del gruppo B. Queste sostanze non si trovavano nemmeno in altri alimenti consumati dalle popolazioni di quelle regioni. La soluzione terapeutica all’epidemia era evidente: bisognava somministrare a tutti le vitamine del gruppo B!!! e quale fonte migliore se non il lievito di birra, complemento alimentare completo e a buon mercato???

Si diede avvio a una terapia di massa con lievito di birra. La Croce Rossa fornì regolarmente questo complemento naturale a oltre 2 milioni di persone. La malattia fu debellata senza farmaci, unicamente grazie all’assunzione di questo complesso vitaminico naturale.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 9.0/10 (30 votes cast)
Le Vitamine Del Lievito Di Birra, 9.0 out of 10 based on 30 ratings

2 COMMENTS

  1. Molto buono! Anche perche’ non ero sino ad ora cosciente dell’importanza del lievito di birra che cerchero’ senz’altro di assumere da ora in poi.

  2. Dimmi gradito nutrizionista ma vi sono delle controindicazioni importanti nell’assumere quotidianamente un cucchiaio di lievito di birra preso dal forno qui’vicino?

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here