La spirulina, un’alga antica e quasi miracolosa

1
226
spirulina

La  spirulina suscita estremo interesse a “il nutrizionista“. Eccone la descrizione: è una microalga non marina che prende il nome dalla sua forma spiralata. È di piccole dimensioni: la sua lunghezza non supera il mezzo millimetro.

Spirulina: fisiologia di una microalga

Composta da una sola cellula, la spirulina è unicellulare ed è classificata, quindi, tra le alghe semplici, contrariamente alle alghe composte che possiedono numerose cellule e che sono facilmente osservabile a causa delle loro dimensioni.

La spirulina si riproduce dividendosi in due. Una cellula madre dà quindi vita a due cellule figlie che, a loro volta, generano ciascuna altre due cellule e così via.

Il processo di divisione avviene piuttosto rapidamente e produce una massa di unità biologiche che galleggiano insieme e sono visibili a occhio nudo.

La spirulina vive in acque salmastre, alcaline e calde. Sebbene abbia bisogno di acqua salata per svilupparsi, non contiene Iodio. La concentrazione di sale dell’acqua deve essere non meno di 10 g per litro, tuttavia sono stati riportati casi in cui quest’alga riusciva a prosperare in acque contenenti fino a 200 g di sale per litro.

Il pH dell’acqua deve aggirarsi tra 8.5 e 11. Si tratta quindi di acqua molto alcalina e, di conseguenza, anche molto pulita da un punto di vista batteriologico poiché i microrganismi stentano a svilupparsi in acque così basiche.

Anche la temperatura dell’acqua riveste una grande importanza: deve essere compresa tra i 20 e i 40 °C. Quest’alga sopravvive anche in acque più calde, con temperature fino a 60 °C, come quelle dei laghi poco profondi delle regioni calde.

Si trovano esempi in Africa: il lago Ciad, i laghi Rudolf e Natura in Kenia o il lago Texoco in Messico.

Le alghe possono essere classificate anche in base al colore. Ne esistono di verdi,  blu, rosse e marroni. La spirulina fa parte delle alghe blu, sebbene il suo colore sia verde scuro.

Ciò si spiega perché contiene anche piccole quantità di pigmento verde: la clorofilla, che ha proprietà coloranti molto più potenti di quelle dei pigmenti blu.

I pigmenti hanno in genere la funzione di captare la luce solare e di utilizzarla come fonte di energia per produrre sostanze nutritive.

Spirulina: conosciuta dagli Aztechi

Estremamente ricca di nutrienti, la spirulina viene utilizzata da molto tempo come complemento alimentare. i riferimenti scritti più antichi riportano che era tradizionalmente dagli aztechi (che vissero nel XVI secolo in Messico e in Centro America). È descritta da Cortès, il “conquistador” spagnolo che assoggettò l’impero azteco (1515-1521), come una “purea” o “fango verde” fluttuante in grandi quantità sulla superficie dei laghi messicani.

Ma veniva anche coltivata con grande cura nei “giardini galleggianti” che gli aztechi avevano creato appositamente per questo scopo.

La “schiuma verde” veniva raccolta tramite cesti dalle maglie strette che lasciavano filtrare l’acqua trattenendo le alghe. queste venivano poi lasciate seccare sulle sponde del lago e vendute sul posto; completavano la comune alimentazione degli aztechi a base di mais, fagioli e zucche.

L’importanza nutritiva della spirulina non fu riconosciuta dai conquistatori, che distrussero gran parte dei giardini galleggianti bonificando il lago Texcoco e le paludi circostanti allo scopo di aumentare la superficie di terre coltivabili.

Oggigiorno, la spirulina è ancora consumata come alimento dalle tribù che vivono sulle rive dei grandi laghi africani è tenuta in grande considerazione da queste popolazioni che le attribuiscono, a giusta ragione, virtù medicamentose.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 6.3/10 (4 votes cast)
La spirulina, un'alga antica e quasi miracolosa, 6.3 out of 10 based on 4 ratings

1 COMMENT

  1. sapete dove poter trovare della spirulina viva per allevamento???? vorrei iniziare un allevamento di alghe grazie

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here