La cellulite. Cause, concause, rimedi e strategie

0
691
la cellulite

Ebbene si, la cellulite si combatte anche a tavola. Per poterle far fronte bisogna non solo mangiare bene e correttamente ma anche ridurre le fonti di stress che potrebbero indurre tutti , e non solo le donne, a mangiare fuori orario. Consumare spuntini fuori orario, quelli fast e magari ricchi di sodio, ricchi di grassi idrogenati. non aiutano la causa.

I suddetti presupposti, sale e stress, sono i cofattori del circolo virtuoso che sfocia nell’aumento di peso, di massa grassa e di cellulite.

La cellulite è stata definita una patologia che interessa il tessuto sottocutaneo. Ridotta vascolarizzazione e ridotto tono muscolare sono gli ingredienti della cosiddetta pelle a buccia d’arancia. L’inestetismo colpisce le donne, in particolare quelle di razza bianca, in zone ben definite: gambe, glutei, pancia.

Le cause della cellulite?

DNA e conseguente riduzione degli ormoni tiroidei, sono i nemici contro cui combattere. Soprattutto in determinati giorni del mese. Ormoni come gli estrogeni, altalenanti nel periodo premestruale, consente un notevole accumulo di liquidi, determinando la “maledetta” ritenzione idrica.

Non meno importante è la sedentarietà. Uno stile di vita poco attivo aiuta non poco il ristagno di liquidi con conseguente scarsa circolazione linfatica.

Lotta impari ma non è detto che non si possa vincere qualche round a patto che si rispettino determinate regole.

Che cos’è la cellulite?

La cellulite è un accumulo di liquidi e di tossine tra le cellule. A ciò si associa una ipertrofia cellulare con conseguente alterazione del tessuto connettivale adiposo. Da questa premessa si può ben intuire che per poterle far fronte si devono escretare quante più tossine possibili e far defluire molto i liquidi ristagnati.

Ridurre il cloruro di sodio, idratarsi con almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno, assumere cibi ricchi in potassio, frutta e verdura ricca in vitamina C sono gli unici sforzi che il corpo richiede per poter drenare i liquidi in eccesso e proteggere i vasi sanguigni.

Coadiuvatori di tale effetto li possiamo ricercare nella linfa di betulla, tarassaco e pilosella. Basta essere costanti ed i risultati non tarderanno a manifestarsi.

Ottimi alimenti diuretici sono l’ananas, kiwi, cetrioli pomodori, cavoli che, associati ad alimenti proteici, pesce, fonte di grassi Omega 3 e 6, strutturano i nostri muscoli, li nutrono e li idratano in modo ottimale.

Da non escludere la frutta secca, ottima fonte di minerali, zinco, magnesio, fosforo e di vitamina E.

E lo sport? Aiuta la cellulite?

direi di si, ma la semplice passeggiata, anche di 30 minuti al giorno, ottima per il sistema cardiovascolare non è sufficiente per combattere al cellulite.

Un lavoro localizzato, basato su sforzi muscolari interessando i vari tessuti muscolari, sia a corpo libero sia con pesi tradizionali o kettlebell, è la sola strada da intraprendere per poter tonificare, rimodellare la fascia muscolare, rinvigorirla e rivitalizzarla. Il tutto, ovviamente, con estrema gradualità ed in proporzione ai propri limiti.

Esercizio fisico e magari qualche massaggio aiutano a combattere sia la cellulite ai primi stadi , come la cellulite adenomatosa , con accumuli di liquidi nel tessuto adiposo, sia quella fibrosa, con ispessimento del tessuto connettivo. La forma più dura da combattere è la cellulite sclerotica. La pelle presenta noduli dolenti, per la quale si deve ricorrere alla terapia medica prima che i problemi possano diventare anche gravi.

Terapie per combattere la cellulite

La cellulite e la ritenzione idrica possono essere trattate anche con trattamenti localizzati come:

  • Un massaggio, coadiuvante la circolazione periferica
  • Linfodrenaggio, un massaggio capace di agire più in profondità per stimolare i vasi linfatici ad agire maggiormente sulle scorie e sulle tossine.
  • Pressoterapia, doppio effetto, sia sulla circolazione sanguigna sia sui vasi linfatici. Attraverso un’ apparecchiatura composta da camere d’aria si esercitano diverse pressioni in diverse sezioni delle gambe. In tal modo si facilita il normale flusso sanguigno e linfatico con conseguente eliminazione delle tossine.
  • Mesoterapia, di competenza medica. Le varie zone sono trattate con farmaci, tradizionali o omeopatici, mediante singole iniezioni intradermiche.
In definitiva

Data l’impossibilità di modificare la nostra genetica, possiamo solo ridurre l’impatto che la stessa potrà avere sulla nostra fisionomia.

A tal fine possiamo decidere di dirottare i nostri stili di vita verso un’alimentazione bilanciata e corretta. Scegliere cibi sani, ricchi di omega-3, fibre e vitamine con conseguente aumento dell’attività fisica sono le uniche armi che possiamo usare quotidianamente.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
La cellulite. Cause, concause, rimedi e strategie, 10.0 out of 10 based on 1 rating

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here