Kamut, storia di una leggenda tra glutine e proteine

0
857
kamut

Kamut, da dove nasce? Come mai è così diffuso? E veramente nutriente come vogliono farci credere?

Purtroppo anche l’alimentazione soffre il fascino delle mode. Quella degli ultimi anni è la riscoperta dei grani di un tempo, i grani antichi, come per allontanarci dallo sfruttamento intensivo o dell’inquinamento di alcuni prodotti, ricercando i vecchi sapori di un tempo.

Esistono tanti tipi diversi di grani antichi, dalle indubbie qualità organolettiche. Mi riferisco al Solina, dell’area appenninica centro settentrionale, alla Risciola, del sud Italia, continuando col Saragolla, Maiorca, etc. Quello che, però, riveste un grande successo è il Kamut. L’Italia ne è il principale consumatore d’Europa.

Sempre più ricercato tra i banchi dei supermercati, ad un prezzo non del tutto conveniente, il kamut è considerato il grano dei faraoni.

IL GRANO KHORASANKAMUT® – La dicitura corretta dovrebbe sempre essere grano khorasan KAMUT®, un grano antico, il khorasan,coltivato esclusivamente con metodo biologico, mai ibridato né geneticamente modificato, e ricco di proprietà nutrizionali benefiche per la salute, supportate da vari studi scientifici. Tutte queste caratteristiche sono distintive del marchio KAMUT®, che le garantisce.

Attorno al kamut esiste una leggenda molto accattivante che ne arricchisce di fascino e mistero.

Si narra che intorno agli anni 40 furono trovati in Egitto, in prossimità di una vecchia tomba, una manciata di semi. Spediti e seminati nel Montana, questi pur germinando dei chicchi molto più grandi del frumento comune, furono ben presto dimenticati. Solo negli anni 70, grazie ad una famiglia di agricoltori, i Quinn, i semi furono riscoperti, rimessi a dimora e coltivati nuovamente col nome di kamut,

Kamut, quindi, non è un nome di un cereale ma è un marchio registrato di Kamut Enterprises of Europe bvba e di Kamut International ltd, utilizzato per distinguere e commercializzare una specifica varietà di grano khorasan e per garantirne l’origine da agricoltura biologica e determinate caratteristiche. La parola KAMUT significa “grano” in geroglifico ed è tratta dal dizionario “An EgyptianHieroglyphic Dictionary” di E. A. Wallis Budge, pubblicato per la prima volta a Londra da John Murray nel 1920, tomo 2, pag. 788.

Sarebbe utile ricordare che gli egizi coltivavano solo farro ed orzo ed inoltre è molto improbabile che dei semi possano germinare dopo 4000 anni senza alcuna aiuto “da laboratorio”. Ragion per cui è bene considerare la storia dei semi ritrovati come una semplice leggenda di mercato, come più volte rimarcato dalla stessa azienda. In omaggio alla leggenda popolare, l’azienda ha deciso di conservare ed includere la piramide nel logo dell’azienda.

Molto più probabile è che il kamut sia una selezione di un grano orientale, il grano Khosaran. Un incrocio tra vari tipi di frumento, quelli della specie Triticum durum, grano duro. La classificazione botanica è TriticumturgidumssTuranicum, mentre il nome generico del cereale è khorasan.

Analizzati, questi chicchi, hanno un buon contenuto di glutine e proteine
Non è quindi un prodotto consumabile dai celiaci.

le caratteristiche nutrizionali del grano khorasan KAMUT®, comprovate da diversi studi scientifici, non possono essere paragonate a quelle di altre specie di grano duro. Lo studio Assessmentof allergenicreactivity of KAMUT versus common wheat, realizzato nel 1991, in collaborazione con l’International FoodAllergyAssociationdi Chicago, ha rilevato che sulla maggior parte delle persone sensibili al grano, i prodotti a base di farina di grano khorasan KAMUT® non provocano irritabilità e possono quindi essere un eccellente sostituto[1]. In studi scientifici più recenti, invece, tra cui uno pubblicato sulla rivista scientifica European Journal of ClinicalNutrition, sono stati evidenziati i risultati di uno studio realizzato su un campione di 22 adulti sani[2]: nelle persone che si erano alimentate con grano khorasan KAMUT®, si sono registrate riduzioni significative nel tasso di colesterolo totale nel sangue (-4%) di colesterolo LDL “cattivo” (-8%), della glicemia (-4%) e un aumento altrettanto significativo di minerali come il potassio (+5%) e il magnesio (+2%). Tali conseguenze favorevoli per la salute cardiovascolare si sono accompagnate a un rilevante effetto benefico nella riduzione dello stato infiammatorio, attraverso la riduzione statisticamente significativa di citochine infiammatorie quali il TNF-alpha (-35%), l’interleuchina -6 (-24%),l’interleuchina 12 (-28,1%), Fattore di Crescita Endoteliale Vascolare (-10,5%) e, del profilo antiossidante attraverso la riduzione del danno dei lipidi (perossidazione lipidica) e delle proteine (ossidazione proteica) ad opera dei radicali liberi. Lo studio è stato ripetuto anche in pazienti con malattie croniche non infettive quali la Sindrome Coronarica Acuta, la Sindrome del Colon Irritabile, il Diabete di tipo 2 e sono stati confermati i benefici sulla salute apportati da una dieta a base di grano khorasan KAMUT® [3, 4, 5][1].

Riferimenti bibliografici

[1] Assessment of allergenic reactivity of KAMUT versus common wheat. Clinical trial studies. October 22, 1991. By Eileen Rhude YODER, Ph.D., President IFAA

[2] Characterization of khorasan wheat (Kamut) and impact of a replacement diet on cardiovascular risk factors: cross-over dietary intervention study. Sofi F. et al., European Journal of Clinical Nutrition, 2013.

[3] An organickhorasanwheat-basedreplacementdietimprovesriskprofile of patients with acute coronarysyndrome: a randomized crossover trial. Whittaker A. et al., Nutrients 2015, 7, 3401-3415.

[4] Effect of Triticumturgidum subsp. turanicum wheat on irritable bowel syndrome: a double-blinded randomised dietary intervention trial. Sofi F. et al., British Journal of Nutrition. 2014 Jun; 111(11): 1992-1999.

[5] A Khorasan Wheat-Based Replacement Diet Improves Risk Profile of Patients with Diabetes Mellitus Type 2: A Randomized Crossover Trial. Whittaker A. et al., European Journal of Nutrition 2016, Feb. 8.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Kamut, storia di una leggenda tra glutine e proteine, 10.0 out of 10 based on 2 ratings

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here