Il polline, fine polvere dalle grandi proprietà

0
345
il polline

A volte resto sgomento in riferimento al meraviglioso spettacolo che la natura ci riserba non sono in senso estetico ma soprattutto in termini di “potenzialità” e quanto noi invece ci impegniamo a distruggerla…”il nutrizionista” rileva le propretà di una particella microscopica… il polline.  Le proprietà curative e rivitalizzanti del polline sono state scoperte dagli apicoltori: anno dopo anno le api degli alveari che fanno abbondanti riserve di polline si dimostrano più sane, più vigorose e meno soggette a malattie di quelle che ne fanno di meno.

A partire da questa constatazione gli apicoltori iniziarono a mangiare il polline per capire se avesse effetti benefici anche sull’uomo.

I risultati  furono positivi. A partire da quel momento e per i secoli a seguire, questo complemento alimentare è entrato di diritto nella medicina popolare.

Il polline è il seme maschio dei fiori. È visibile nel calice e ha l’aspetto di una fine polvere colorata che ricopre la sommità degli stami.

Le api o il vento lo trasportano da un fiore all’altro permettendo la fecondazione delle piante.

Esistono numerosi tipi di polline, uno per ogni tipo di fiore: ognuno è riconoscibile dalla forma e dal colore dei suoi grani, che in genere sono molto piccoli e misurano soltanto pochi micron, vale a dire qualche millesimo di millimetro (in media da 20 a 40 micron).

Le api sono note soprattutto per raccogliere nettare e produrre miele. In realtà raccolgono molto più polline. Ogni alveare ne immagazzina da 30 a 40 kg all’anno, mentre la raccolta annuale di nettare varia da 18 a 21 kg, che produrrà, dopo kla trasformazione, da 6 a 7 kg di miele.

Il polline è importante per le api poiché, contrariamente a ciò che si crede, è l’alimento base delle api. Mescolato con miele e acqua costituisce la miscela di cui questi insetti si nutrono per tutta la vita, fatta eccezione per i primi due o tre giorni di vita, quando ricevono pappa reale.

Le api sono attrezzate per raccogliere il polline.

Le zampe del terzo paio posteriore possiedono i tre elementi necessari per la raccolta: spazzola, sperone, cestello (uno per ogni zampa).

La spazzola è costituita da una decina di file traversali di peli sui quali si attaccano i grani di polline quando l’ape bottina di fiore in fiore.

Lo sperone è una parte della zampa con il quale l’ape prima “liscia” i peli della spazzola per raccogliere i grani di polline dispersi su tutta la superficie, e poi li spinge nei cestelli.

Quest’ultimo è una specie di ricettacolo fissato sulla parte esterna della tibia nel quale, aiutandosi con secrezioni salivari e un po’ di nettare, l’ape incolla insieme i piccoli grani di polline per formare delle palline dal diametro di 2-3 mm e dal peso di 78 mg.

Ognuno di questi ammassi contiene circa un milione di grani. È simile a una palla giallastra e si trova sulle zampe posteriori delle api.

I due gomitoli sono trasportati all’alveare dove serviranno per confezionare il miscuglio alimentare o per costruire le provviste per l’inverno. Le api magazziniere sono responsabili dello stoccaggio dei granuli di polline assemblati; ne depositano una ventina in un alveolo e li pressano spingendoli con la testa.

Il polline utilizzato come complemento alimentare non è quello depositato negli alveoli, ma quello raccolto all’entrata dell’alveare.

Grazie a un sistema ingegnoso, una trappola per polline, le api che entrano nell’alveare vengono derubate dai due gomitoli contenuti nei cestelli; il polline cade in un cassetto situato sottola trappola.

Il cassetto viene svuotato a giorni alterni e i gomitoli devono essere essiccati per facilitarne la conservazione. Poiché il polline è indispensabile per l’alimentazione delle api e la sopravvivenza degli alveari, i prelievi sono molto modesti e non superano il 5-10% del raccolto totale.

In questo alimento di base delle api e semente contenente tutti gli elementi indispensabili per la formazione e la crescita di una pianta, il polline è particolarmente ricco di elementi nutritivi.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 3.3/10 (3 votes cast)
Il polline, fine polvere dalle grandi proprietà, 3.3 out of 10 based on 3 ratings

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here