Dieta vegetariana: in breve

1
343

In breve vediamo quali sono i rischi che una dieta vegetariana, vegana o macrobiotica può manifestare; i loro seguaci devono necessariamente essere a conoscenza che….. Più una dieta e povera e più si correranno rischi di carenze vitaminiche cliniche o subcliniche.
I vegetaliani devono badare ad assumere le giuste percentuali di vitamina B12, di vitamina A, di riboflavina (vitamina B2) ed anche di vitamina D. Coloro che seguono diete macrobiotiche comprendenti poca verdura crude e poca frutta (niente agrumi) dovranno tenere sotto controllo la percentuale di vitamina C.
Inoltre, lo scarso consumo di prodotti di origine animale, che spesso caratterizza queste diete, può provocare, tra l’altro, una carenza di vitamina A.
Le diete ovolattovegetariane, invece, non presentano particolari problemi, purché i menù propongano una grande varietà di cereali, di frutti e di verdure. In questo caso, anzi, l’apporto vitaminico può essere persino superiore per qualità e quantità a quello delle diete tradizionali: più: vitamina C, più acido folico e, se il regime alimentare comprende cereali integrali o semintegrali e(o) lieviti e germe di grano, più vitamina B1 e B2.
Attenzione, tuttavia: se é vero che spesso l’apporto vitaminico della dieta ovolattovegetariana è completo, non si può dire la stessa cosa dell’apporto di minerali.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

1 COMMENT

  1. se il latte é da evittare… da quale alimenti possi prendere la dose giornaliera di calcio?

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here