Dieta vegetariana: la vitamina PP o B3 o niacina

0
229

Nella dieta vegetariana la vitamina PP assolve un ruolo importante ed essenziale per cui, se non si è informati, si rischia di incappare in carenze vitaminiche…per cui “il nutrizionista” informa:
Gli apporti raccomandati
Gli apporti raccomandati sono espressi in mg al giorno, Per i lattanti e i bambini fino a 12 anni vanno da 4 a 13 mg al giorno.
Per gli adolescenti e gli adulti oscillano fra i 15 e i 18 mg al giorno. Il fabbisogno di vitamina PP è maggiore nelle donne incinte o in quelle che allattano, in coloro che svolgono un’intensa attività fisica e negli alcolizzati.
Gli alimenti che ccntengono vitamina PP
In genere, gli Europei non sono soggetti a carenze di questa vitamina, perché la carne, il pesce e le frattaglie ne contengono di solito una buona dose. Inoltre, se i latticini e le uova contengono pochissima vitamina PP, multi vegetali ne sono ricchi: cereali integrali, semi oleaginosi, legumi secchi, alcuni frutti e alcune verdure.
Poiché le diete vegetariane escludono molti alimenti ricchi di vitamina PP, si dovrà far uso di integratori come il lievito di birra o le arachidi!
L’organismo può produrre da solo la vitamina PP a partire da un aminoacido, il triptofano, presente in quasi tutte le proteine alimentari, eccetto in quelle del mais.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here