Dieta crudista

0
573

dieta crudista La dieta crudista, come è facile immaginare, consiste nel consumare esclusivamente alimenti crudi e nasce dalla convinzione che con la cottura dei cibi vengano perse molte delle loro intrinseche qualità nutrizionali.
Quindi il fine del crudismo è quello di prevenire l’impoverimento di nutrienti degli alimenti  al fine di una più completa ed equilibrata alimentazione, ricca anche di vitamine e sali minerali.
Una dieta crudista prevede di consumare tutti alimenti freschi e non cotti come frutta, verdura, diverse varietà di legumi freschi, vari tipi di cereali, semi, noci di vario tipo, erbe e funghi ma anche alcuni tipi di formaggio.
Chi si alimenta solo di cibi crudi lo fa per assimilare l’energia vitale della natura tramite ciò che ingerisce.
Per questo motivo che i crudisti più integralisti non mangiano nemmeno la carne, perché ritenuto un cibo morto e per questo privo di energia.
Altri seguaci della dieta crudista soprattutto in America consumano anche pesce o carne crudi.
Chi invece non consuma proteine animali soddisfa l’80% del proprio fabbisogno calorico consumando frutta e verdura, il 10% con proteine che ricava dal consumo di noci e di formaggio, l’8% dal consumo dei cereali e il restante 2% dal consumo di miele e melassa.
Sono pochi i crudisti che inseriscono nella loro dieta uova o latticini.
Sotto il profilo strettamente nutrizionale il crudismo ha non pochi vantaggi: come la consistente assimilazione di vitamine e sali minerali, la forte idratazione,  l’alto contenuto di fibre che saziano in tempi più rapidi.
Cuocere gli alimenti invece causa la perdita di vitamine come A, B e C, e il rischio che venga dimezzato l’apporto di sali minerali come calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio.
Ma anche la preparazione dei cibi spesso causa la perdita di altri nutrienti.
Max Bircher Benner,  medico svizzero del 900 sosteneva che consumando cibi crudi e freschi si possa nutrirsi anche di energia del sole assimilata dalle piante tramite la fotosintesi clorofilliana e di ossigeno e minerali assimilati dall’aria.
I sostenitori della dieta crudista inoltre ritengono che questa filosofia nutritiva consente di ritrovare un rapporto più intimo con la madre terra favorire la meditazione e la consapevolezza di sé superiori, migliorare persino rispetto verso il mondo animale, tutto a vantaggio del proprio benessere.
Ma di contro consumare solo alimenti crudi limita l’apporto di carboidrati complessi, che sono alla base del nostro nutrimento. Cereali e legumi, infatti dai crudisti vengono mangiati solo quando germogliano.

Dieta crudista. Controindicazioni

Infatti la dieta crudista è controindicata a chi soffre di disturbi gastrici e intestinali visto che i cibi crudi hanno una digeribilità è più bassa.
Insomma come spesso accade per le diete, il crudismo fonda i propri capisaldi su principi giusti, ma guai ad estremizzarli perché altrimenti diventano dannosi.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 6.0/10 (8 votes cast)
Dieta crudista, 6.0 out of 10 based on 8 ratings

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here