Dieta chetogenica dimagrante: che cos’è e perchè funziona così bene

0
74
Dieta chetogenica dimagrante

La dieta chetogenica dimagrante prevede un basso apporto di carboidrati e una elevata quantità di alimenti ricchi di proteine, utilizzata anche come vera e propria cura per l’epilessia nel caso di persone farmacoresistenti. Non solo, viene scelta anche per il trattamento di persone malate di tumore, soprattutto nel caso di cancro cerebrale.

Dieta chetogenica per dimagrire velocemente

I chetoni sono presenti nel nostro organismo in condizioni di normalità, ma la loro quantità è trascurabile. Nel caso di digiuno prolungato nel tempo oppure di una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati, la quantità dei chetoni invece aumenta in modo considerevole a causa dell’ossidazione dei grassi.

Quando la quantità di chetoni è elevata, si parla di chetosi, uno stato metabolico che costringe l’organismo a consumare gli zuccheri presenti nel sangue per ottenere energia. Dopo aver consumato gli zuccheri, l’organismo ricorre al grasso in eccesso, quello di scorta. Ecco perché con questo regime alimentare è possibile dimagrire velocemente.

I corpi chetonici prodotti con la chetosi

Tra i più conosciuti, l’acetone, che però viene prodotto in bassa quantità e che viene facilmente eliminato con la respirazione. Gli altri corpi chetonici prodotti sono l’acetoacetato e il beta-idrossibutirrato i corpi chetonici, fondamentali per il dimagrimento in quanto prodotti in grandi quantità, utilizzati per le richieste energetiche di tutti i tessuti, cuore compreso, eliminati infine dai reni. Anche il cervello ovviamente utilizza i corpi chetonici, se non ha altra fonte di energia su cui fare affidamento.

Dieta chetogenica dimagrante

Come funziona la dieta chetogenica dimagrante?

Fino agli anni ‘90 si credeva che l’unico modo per portare un organismo alla chetosi fosse il digiuno. La dieta chetogenica poteva proprio per questo motivo essere seguita solo in ospedale. Con il passare degli anni la medicina ha fatto passi da gigante. Si è capito che non è più necessario digiunare per ottenere la chetosi, ma che basta seguire un ben preciso programma alimentare.

Facendo redigere un programma alimentare dal proprio nutrizionista e sottoponendosi a costanti controlli medici, è possibile quindi seguire una dieta chetogenica dimagrante direttamente presso il proprio domicilio. Sono inoltre oggi disponibili in commercio appositi dispositivi per il controllo dei chetoni, nel sangue oppure nelle urine, così da poter capire in modo autonomo se si è in chetosi oppure no.

Schema della dieta dieta chetogenica dimagrante

Gli alimenti che possono essere inseriti nella propria dieta sono quelli ricchi di proteine e grassi, in modo da ottenere un elevato apporto energetico. Tra gli alimenti più indicati troviamo quindi carne, pesce, uova e formaggi, ma anche panna, burro, olio, maionese, nocciole e altre frutta secca, avocado.

I carboidrati devono invece essere evitati. No quindi ai cereali, alle patate, ai legumi. Anche gli alimenti zuccherati devono essere messi al bando, come la frutta, i dolci e persino le bevande alcoliche o zuccherate. Sono anche disponibili in commercio degli alimenti complementari, in modo da rendere la dieta più piacevole e semplice da seguire.

Esempio di dieta chetogenica dimagrante

Ecco qualche esempio di menù per la dieta chetogenica dimagrante:

  • Colazione: latte con panino di piccole dimensioni, meglio se al latte o al burro, e 100 g di prosciutto cotto magro
    Spuntino di metà mattina: 10 g di noci
    Pranzo: pesce e zucchine cotti al vapore, conditi con olio extra vergine di oliva
    Merenda: 100 g di parmigiano
    Cena: petto di pollo, insalata condita con olio extra vergine di oliva e mezza mela
  • Colazione: omelette con due uova e formaggio
    Spuntino di metà mattina: olive nere
    Pranzo: hamburger di tonno con bietole
    Merenda: fette di pomodoro con fesa e basilico
    Cena: maiale al barbecue (o alla gratella) con funghi saltati nel burro
  • Colazione: fette di pane integrale con formaggio
    Spuntino di metà mattina: 30 grammi di arachidi
    Pranzo: calamari e insalata mista con maionese e olio extra vergine di oliva
    Merenda: 10 g di mandorle
    Cena: carne di vitello alla brace con verdure e carciofi al forno
  • Colazione: panino ai cereali con bresaola e formaggio magro
    Spuntino di metà mattina: un uovo sodo
    Pranzo: tacchino alla piastra e insalata con pomodori, formaggio e cipolla condita con olio extra vergine di oliva
    Merenda: prosciutto cotto
    Cena: minestra di verdure e pesce bollito

Dieta chetogenica

Quelli che vi abbiamo proposto sono due esempi di menù giornalieri che è possibile seguire in una dieta chetogenica. È molto importante ricordare però che lo schema da seguire dovrebbe sempre essere realizzato in base all’età, al sesso, alle energie di necessarie durante la giornata, ai chili da perdere. È quindi bene non affidarsi mai al fai da te, ma chiedere sempre consiglio al proprio medico.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here