Corretta alimentazione: il miele

1
504

Il miele è un alimento, prima ancora di essere una “medicina”; non  si usa il miele per curare il mal di gola, ad esempio, ma si mangia del miele tutto l’anno per non avere male alla gola.

È inoltre riconosciuto per:

  • La lotta contro le astenie e le anoressia;
  • La prevenzione delle affezioni dei bronchi;
  • Le proprietà lassative anche se a effetto blando;
  • La sua azione sulla flora intestinale, grazie al fato che ne evita le fermentazioni,
  • L’azione cicatrizzante sulle bruciature e ferite esterne;
  • La lotta contro l’insonnia ed il nervosismo;

il miele è un alimento vivo e contiene:

  • 80% di glucosio;
  • 17% di acqua;
  • 3% di sostanze diverse quali acidi organici e aminoacidi, sali minerali, soprattutto potassio, ma anche calcio, rame, ferro, magnesio e fosforo (più il miele è scuro, più è ricco di minerali, soprattutto ferro e rame).
  • Vitamine del gruppo B;
  • Enzimi che lavorano in armonia con le vitamine, me che scompaiono con il calore.

Il miele deve sempre essere estratto a freddo per conservare intatte tutte le proprietà. Purtroppo, in commercio ci sono molti mieli sottoposti a riscaldamento per conservare la consistenza liquida; sono stati cioè pastorizzati a 70°; con la conseguente perdita delle loro virtù terapeutiche.

Occorre accertarsi dei metodi di fabbricazione prima di procedere all’acquisto del vasetto di miele.

Secondo l’origine floreale, il miele cristallizza e diventa solido più o meno in fretta, in rapporto alla ricchezza in glucosio.

Di seguito alcune proprietà di alcuni tipi di miele, fra i più conosciuti:

  • Acacia: emolliente delle vie digestive, espettorante, leggero, molto delicato come gusto.
  • Arancia: leggero aromatico, ricostituente, rilassante, regolatore intestinale, disinfettante delle vie urinarie, consigliato in caso di insonnia.
  • Castagno. Di colore scuro, ha sapore forte e tendente all’amaro, ricco di tannino, antinfluenzale, espettorante, antianemico, favorisce la circolazione del sangue.
  • Corbezzolo: gusto molto particolare, diuretico, antiallergico, attiva la circolazione del sangue.
  • Eucalipto: utile per le vie respiratorie, balsamico, espettorante, aiuta nelle bronchiti, depurative.
  • Girasole: di sapore molto dolce, ricco di polline, ricostituente, combatte il colesterolo, aiuta nei disturbi di stomaco, cristallizzando diventa duro.
  • Lavanda: colore leggermente ambrato, eccellente antisettico dei bronchi, utile in caso di tosse, asma, influenza, laringite, molto tonico, diuretico e antireumatico.
  • Millefiori: è raccolto su tutti i fiori, ha sapore dolce fruttato, mediamente chiaro e liquido, ricco di sali minerali, ottimo dolcificante, ricostituente.
  • Montagna: è ricco di minerali, energetico, balsamico, espettorante.
  • Pino: fortemente aromatico e balsamico, raccomandato nelle affezioni respiratorie, aiuta la digestione e facilita il sonno, antisettico dei bronchi.
  • Rosmarino: depurativo, antisettico, avrebbe un’azione sedativa in alcuni casi di depressione, amico del fegato e della cistifellea.
  • Tarassaco: depurativo, aiuta nei disturbi del fegato, dellacolicisti e dell’apparato urinario, cristallizza facilmente.
  • Tiglio: molto aromatico, sapore gradevole e pronunciato, indicato per calmare la tosse, per le persone nervose e che soffrono di insonnia, amico del sistema nervoso in generale.
  • Timo: antisettico, tonico, digestivo, facilita il recupero fisico e il tono muscolare, utile in caso di problemi respiratori; di sapore forte
  • Trifoglio: utile in caso di acidità di stomaco, nei periodi di convalescenza e di affaticamento, possiede parecchia vitamina K.
VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 4.8/10 (5 votes cast)
Corretta alimentazione: il miele, 4.8 out of 10 based on 5 ratings

1 COMMENT

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here