Corretta alimentazione: frutta secca, che passione!!!

0
328

Come accennato, “il nutrizionista” fa un escursus sui vari tipi di frutta secca, evidenziandone le proprietà e la loro potenzialità tale da essere un elemento essenziale per una corretta alimentazione.

ALBICOCCA secca: il suo colore naturale è bruno, e non chiaro come si vede spesso, il che garantisce l’assenza di trattamenti allo zolfo.

L’a1bicocca fornisce all’organismo fosforo, ferro, potassio e una quantità di vitamina A che é sufficiente a sostenere in caso di forte impegno intellettuale; ecco perché é consigliata, anzi raccomandata, agli studenti in periodo d’esami.

E’ importante per la vista, il sangue, il funzionamento del cuore e dei muscoli ed aiuta a stabilizzare le difese immunitarie.

ANANAS: frutto esotico, l’ananas é anche buono secco e contiene le vitamine A, E, B, minerali e oligoelementi. ·

BANANA: conosciuta per la sua importante quantità di fibre, la banana è anche ricca di ferro, di potassio e di magnesio. Contiene anche molta vitamina C: 5 mg! 100 gr circa. Si raccomanda di consumarla soprattutto da sola per approfittare delle sue proprietà; l’essiccazione la rende facilmente digeribile.

DATTERO: diverse varietà di datteri vengono raccolte in autunno; si tratta di un alimento completo e talmente ricco che può sostituire un pasto. Il dattero in effetti contiene molto ferro, magnesio, fosforo, potassio, vitamine A e B.

A chi si pone il problema delle calorie, bisogna sapere che un frutto ne contiene appena 50; un’indicazione efficace della quantità di zucchero contenuta è data dalla buccia, che si raggrinzisce man mano che il frutto si secca: ciò corrisponde ad un aumento del tasso di zucchero.

FICO: il Paese del fico é soprattutto la Turchia e solo l’albero femmina fa i frutti. Tante sono le varietà, ed è utile sapere che il fico non é veramente un frutto, ma lo sviluppo carnoso del fiore del fico.

Ricco di glucidi, il fico è eccezionalmente energetico e stimola la digestione. Contiene anche le vitamine A, B1, B2, PP, C e oligoelementi quali ferro, manganese, potassio, fosforo e calcio. Buona anche la quantità di fibre.

E un prodotto benefico per il metabolismo delle ossa e dei muscoli, ed un buon amico del sangue.

PRUGNA: ricca di cellulosa, la prugna é un regolatore naturale, un rimedio contro la pigrizia intestinale. Per poter sfruttare al massimo le sue proprietà, è bene lasciarla a bagno la sera prima e consumarla al mattino a digiuno.

E’ fra la frutta secca più ricca di zuccheri (70%), contiene vitamine A e B e molti sali minerali.

Pare che la prugna della California, ricca di vitamina A, fibre, potassio e ferro sia una straordinaria fonte di energia e sia in testa alla graduatoria dei frutti e ortaggi più attivi contro i radicali liberi.

UVETTA: l’uvetta secca è usata frequentemente nella nostra cucina; nei prodotti di pasticceria può anche sostituire lo zucchero.

Bisognerebbe farne uso durante la giornata, quando si avverte per esempio un languore allo stomaco, oppure come spuntino a metà mattinata o ancora, per merenda nel pomeriggio. L’uvetta può essere un eccellente ricostituente poiché, pur essendo piccola, contiene un’enorme quantità di sostanze benefiche, fra cui fosforo, calcio, ferro, magnesio, vitamine A e B.

La si trova sotto diverse forme, fra cui la sultanina della Turchia, la Thompson della California, ottima in pasticceria, la Corinto, molto profumata soprattutto nello yogurt.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Corretta alimentazione: frutta secca, che passione!!!, 10.0 out of 10 based on 1 rating

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here