Corretta alimentazione: come si ottiene il latte di cereali?

1
324

Tutti i latte di cereali si ottengono allo stesso modo e cioè mettendo a cuocere a lungo, in acqua a fuoco basso, dopo averli tritati più o meno finemente, per poi filtrarli al termine della cottura.
Per i bambini o i neonati é meglio usare un filtro più fitto oppure li si può consumare sotto forma di poltiglia di densità variabile. Si può inoltre aumentare il loro potere nutritivo, attivando il processo di germinazione, cioè lasciandoli a bagno 48 ore prima della cottura in acqua di sorgente.
AVENA: grazie a questo cereale, gli scozzesi hanno acquisito una solida reputazione di forza e di resistenza. Era molto usata un tempo nelle campagne, ma oggigiorno é bene consumarla durante la stagione fredda e se si devono svolgere attività fisiche importanti. L’aveva è infatti fortificante e nutriente e possiede un potere molto riscaldante e stimolante.
La sua reputazione di cereale che dà forza si basa sul fatto che contiene parecchi minerali e vitamine del gruppo B. Il suo latte fu a lungo usato nelle campagne per i neonati che non potevano nutrirsi con il latte materno. Lo si trova oggi già pronto nei negozi specializzati in alimenti naturali, e lo si può usare in moltissime preparazioni culinarie.
GRANO: é il cereale più consumato sotto forma di pane nei Paesi occidentali. Geffroy, naturalista, ardente sostenitore e difensore del grano e dei suoi derivati diretti, come il pane integrale e il latte di grano, afferma anche: “Quando si paragona l’analisi del grano con quella del corpo umano, ci si
accorge che la composizione dei due é quasi identica. Si trova la stessa proporzione di materie azotate e di glucidi, la stessa proporzione di sali minerali, chimicamente la composizione del glutine é sensibilmente la stessa di quella del sangue umano. Soltanto il tenore dei lipidi é insufficiente nel grano, da cui la necessità, secondo lui, di accompagnare il pane con un grasso come facevano i contadini in passato”,
ORZO: l’orzo era già coltivato nella Grecia antica, dove era apprezzato e consumato sotto forma di poltiglia e di semola. Oggi si trova l’orzo mondato e l’orzo perlato, quest’ultimo però meno nutriente poiché ha subito un’abrasione importante, e ancora sotto forma di fiocchi e di farina. La sua composizione é sensibilmente identica a quella del grano, ma si altera dopo i trattamenti; per questo é bene usare l’orzo mondato per la preparazione del latte.
R1SO: esistono moltissime varietà di riso. Ricco di amido, il riso contiene solo l’8% di proteine, si digerisce molto facilmente e ha la proprietà non trascurabile di ripulire l’organismo. Il suo apporto in silice facilita la fissazione del calcio e del magnesio. Il latte di riso si trova facilmente pronto all’uso in commercio.
SOIA: il latte é ottenuto a partire dalla soia messa a bagno, a cui viene tolta la pellicola, tritata e cotta sotto pressione. È un alimento nutritivamente interessante grazie alla sua componente proteica identica a quella del latte di mucca. La concentrazione di aminoacidi indispensabili ne fa un alimento adatto al periodo della crescita; é infatti ricco di magnesio e potassio, contiene anche ferro e fosforo e apporta le vitamine A, B,, B2, B,, B, ed E, acidi grassi, grassi polinsaturi e la lecitina.
Favorisce inoltre la sintesi della vitamina B., a livello intestinale, regola il tasso di colesterolo sanguigno, permette di contrastare la fatica e lo stress, favorisce il metabolismo dei grassi, lotta contro l’affaticamento del fegato, permette gli scambi cellulari, evita la formazione dei calcoli biliari.
Il latte di soia si può ottenere in due modi dalla farina del cereale o dal chicco intero.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 6.0/10 (1 vote cast)
Corretta alimentazione: come si ottiene il latte di cereali?, 6.0 out of 10 based on 1 rating

1 COMMENT

  1. I would know if rice milk contains Potassium and phosphorum and eventually in whath quantity
    Thanks for answer me!
    I’m affected of cronic renal insufficency at the 4 stadium.
    Thank you.
    Claude

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here