Cereali Integrali, cerchiamoli nel Kamut®.

0
1876
cereali integrali

Da tempo ormai si riconosce l’importanza di uno stile di vita sano e di un’alimentazione equilibrata. La ricerca di cereali integrali è diventata motivo discriminante di tavole calde e ristoranti. Sempre più persone oggi prestano attenzione alla scelta dei cibi e alla qualità degli ingredienti; a dimostrarlo sono anche i nuovi trend nelle scelte di acquisto, che registrano un deciso aumento dei consumi di prodotti con farina integrale e a base di grano khorasan KAMUT®.

Cereali integrali: grano khorasan KAMUT® ricco in proteine e minerali

Il grano khorasan KAMUT® è una specifica varietà di grano antico, mai ibridato né geneticamente modificato. Questo antico cereale possiede numerose proprietà nutrizionali benefiche per l’organismo e presenta un maggiore contenuto di proteine e minerali rispetto al grano moderno, in particolare selenio, zinco e magnesio, senza dimenticare l’importanza del contenuto di fibre.

Numerosi studi scientifici dimostrano che un elevato consumo di prodotti a base di chicchi interi ricchi di fibre aiuta a prevenire malattie come il cancro, il diabete, l’obesità e le patologie cardiovascolari.

Cereali integrali: il grano khorasan KAMUT® e le sue proprietà prebiotiche

Uno studio pubblicato nel 2012 ha messo a confronto le proprietà delle fibre prebiotiche solubili estratte dal grano khorasan KAMUT® integrale e le fibre estratte da altre varietà antiche e moderne di grano duro. Dall’analisi è emersa la promettente capacità prebiotica del grano khorasan KAMUT®, che contribuisce ad aumentare due ceppi batterici presenti nell’intestino umano, molto importanti per la salute intestinale[1]. Un ulteriore studio del 2014 ha dimostrato anche l’effetto positivo di una dieta a base di grano khorasan KAMUT® integrale sulla microflora intestinale e sul profilo metabolico, in un gruppo di volontari sani, rispetto a un regime alimentare a base di grano moderno[2].

Cereali integrali: la differenza la fa la lavorazione

Com’è noto, la quantità e la qualità delle fibre presenti nei cereali dipende dal tipo di macinazione a cui il chicco di grano viene sottoposto. La maggior parte dei nutrienti, come i grassi polinsaturi e la vitamina E, si concentra nel germe di grano. Durante la fase di raffinazione della farina bianca, l’industria tradizionale scarta proprio questa parte del cereale, poiché è molto delicata e tende a deteriorarsi con l’esposizione alla luce, all’aria e al calore. Inoltre, durante il processo, viene rimossa anche la fibra contenuta nel chicco, perdendo così nutrienti preziosi per il nostro organismo.

 

Al contrario, nel processo di lavorazione delle farine integrali i chicchi sono macinati interi e mantengono intatte tutte le sostanze nutritive: amidi, vitamine, enzimi, fibre e grassi vegetali. Per questo, le farine integrali sono altamente raccomandate per la salute.

Chi riscontra difficoltà a digerire un alto apporto di fibre, può trovare in commercio anche molti prodotti di farina semi-integrale di grano khorasan KAMUT®.

 

 

[1] Prebiotic effect of soluble fibres from modern and old durum-type wheat varieties on Lactobacillus and Bifidobacterium strains. Marotti et al., Journal of the Science of Food and Agriculture, 2012, 15; 92 (10): 2133-40.

2 Impact of Kamut® Khorasan on gut microbiota and metabolome in healthy volunteers. Taneyo Saa D. et al., Food Research International, 2014, 63: 227-232.

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here