Bacche di Acai, principi nutritivi e curiosità

0
343
bacche di acai

La bacche di Acai sono i frutti della  palma di Acai, nativa delle zone tropicali del Centro e Sud America. Produce delle bacche rosso purpuree, che nel tempo sono state un’importante risorsa alimentare degli indigeni della regione amazzonica.

Bacche di Acai: contenuto in vitamine

Le bacche di Acai presentano un contenuto discreto di calcio, ferro e vitamina A e C oltre che una ricca presenza di fibre e fitosteroli. Buono anche il contenuto proteico e lipidico, con prevalenza di acidi grassi monoinsaturi (acido oleico) e discrete percentuali di polinsaturi (principalmente acido linoleico) e di acido palmitico.

Attualmente i prodotti in commercio sono sotto forma di succhi, polveri, compresse e capsule.

In tempi recenti le bacche sono diventate popolari per la perdita di peso e come integratori antietà, ma non esiste alcuna evidenza scientifica a supporto di tali affermazioni.

Bacche di Acai ed i suoi effetti antiossidanti

Solamente studi su potenziali effetti antiossidanti hanno mostrato esiti positivi (le bacche contengono infatti maggiori quantità di antiossidanti rispetto a mirtilli, lamponi e fragole; numerosi sono gli antiossidanti in essa contenuti: antociani, fenoli, flavonoidi, proantocianidine, Xantoni, Omega 3 , Omega 6 e Omega 9, vitamine A, B1, B2, B3, C e soprattutto vitamina E; sali minerali tra cui calcio, fosforo, ferro e potassio).

Occorre però sapere che:

  • Non ci sono evidenze scientifiche basate su studi condotti sull’uomo per supportare l’utilizzo delle bacche di Acai per scopi correlati alla salute (artrite, colesterolemia, ecc)
  • Non esiste alcuna correlazione tra l’utilizzo e la perdita di peso (studi condotti sui ratti non hanno mostrato differenze di peso tra animali trattati e non).

Bacche di Acai: dati scientifici

In virtù del fatto che i dati scientifici sono scarsi o assenti si può affermare che:

  • Ci sono poche informazioni circa la sicurezza delle bacche utilizzate come supplemento dietetico
  • Non essendoci notizie sulla sicurezza, le donne in gravidanza o che allattano dovrebbero evitarne l’utilizzo
  • Persone allergiche alle Arecaceae (palme) non dovrebbero consumare le bacche di Acai. In soggetti allergici ad altre bacche, come bacche di sambuco, bacche di Goji, bacche di schisandra o uva, dovrebbero evitarne l’uso

Sono invece noti dati su effetti avversi, in quanto:

  • Aumentano la capacità di sanguinamento (si tratta di un effetto collaterale molto comune della maggior parte degli integratori organici a base di erbe che vengono utilizzati per perdere peso)
  • Contengono echinacea (questo ingrediente può causare alcuni problemi epatici acuti: coloro che hanno già un fegato problematico non dovrebbero assumerle)
  • Determinano facilmente diarrea e mal di stomaco
  • Aumentano la pressione del sangue (è l’effetto collaterale più pericoloso!)
  • Sono state segnalate infezioni, dall’utilizzo del succo fresco di acai, che hanno determinato Trypanosomiasi Americana o malattia di Chagas (*).

Bacche di Acai: le interazioni con farmaci

Non sono note interazioni con farmaci, fitoterapici, supplementi o cibi…

La dose appropriata di Acai dipende da vari fattori, quali l’età dell’utilizzatore, la salute ed eventuali patologie in corso. Al momento, non essendoci ancora una documentazione scientifica, non si può determinare con sicurezza un intervallo di dosi adeguate. È pertanto opportuno, come sempre, consultare il medico di base e/o il farmacista prima dell’eventuale utilizzo.

Una curiosità:

L’Olio di Acai è ormai molto utilizzato nelle creme per il viso e per il corpo, nei trattamenti anti-invecchiamento della pelle, in shampoo e balsami. Anche dopo il trattamento e la conservazione, mantiene un elevato contenuto di antiossidanti. Ecco perché cosmetici e prodotti di bellezza includono l’Olio di Acai tra i loro ingredienti e ciò può rappresentare un’alternativa, per l’industria cosmetica, ad altri oli tropicali utilizzati nei prodotti di bellezza.

 

VN:F [1.9.22_1171]

Quanto ti e` stato utile questo articolo?

Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here